Cose da fare

Risiera di San Sabba - Monumento nazionale

La Risiera di San Sabba, nata come stabilimento per la lavorazione del riso alla fine dell'800, è stato l'unico campo di concentramento munito di crematorio dell'attuale territorio italiano.
Risiera di San Sabba
Dagli stessi nazisti qualificato come Polizeihaftlager (campo di detenzione di polizia), esso assolse a tre funzioni: eliminazione di ostaggi, partigiani, detenuti politici italiani, sloveni e croati e in minima parte anche di ebrei; smistamento di deportati politici e razziali verso altri lager del Reich (in genere Dachau, Buchenwald e Mauthausen per i politici, Auschwitz e poi Bergen Belsen per gli ebrei); sito di stoccaggio di beni razziati alle comunità ebraiche del Litorale Adriatico.

Risulta molto difficile rendere conto della dimensione numerica di ciascuna delle tre funzioni.
Possiamo solo parlare di molte migliaia di prigionieri smistati in altri lager, così come migliaia sarebbero i partigiani e detenuti politici assassinati.
Risiera di San Sabba
Nel 1965 la Risiera ottenne lo status di Monumento nazionale, negli anni successivi il Luogo venne trasformato in base al progetto dell'architetto triestino Romano Boico e inaugurato nell'aspetto attuale nel 1975.

Oggi può essere visitata la Sala delle croci, nella quale gli arrestati per motivi razziali e politici attendevano di essere deportati in altri lager del Reich, le microcelle, dove avveniva il tormento di partigiani italiani, sloveni e croati, molti dei quali destinati all'eliminazione, il Museo e la Sala delle commemorazioni, che ospita la statua dedicata ai martiri di Auschwitz realizzata dallo scultore triestino Marcello Mascherini.
Prenotazione gruppi - modalità
Ferme restando tutte le indicazioni previste dal "Protocollo per la progressiva ripresa delle attività lavorative in presenza - Fase 2 Covid 19" al fine di prevenire la diffusione del virus, l'accesso di gruppi alle strutture museali è consentito previa prenotazione.

Il responsabile del gruppo dovrà garantire il distanziamento interpersonale di almeno un metro tra componenti, salvo i gruppi conviventi.
In considerazione dell'organizzazione degli spazi delle singole strutture museali, la composizione di ciascun gruppo è consentita:

nel numero massimo di 15 persone per il Museo Revoltella, il Museo d'Antichità Winckelmann, il Museo di guerra per la pace "Diego de Henriquez", la Risiera di San Sabba-Monumento Nazionale, il Castello di San Giusto - Armeria e Lapidario Tergestino al Bastione Lalio, l'Orto botanico, sezioni museo del Mare al Magazzino 26;

nel numero massimo di 10 persone per il Museo Teatrale "Carlo Schmidl", il Museo Sartorio, il Museo d'Arte Orientale, il Museo del Risorgimento e Sacrario Oberdan, il Centro di Documentazione della Foiba di Basovizza, il Museo di Storia Naturale;

nel numero massimo di 5 persone per il Museo Svevo, il Museo Joyce, il Museo Petrarchesco-Piccolomineo.

Le prenotazioni (max 1 gruppo ogni 15 minuti) possono essere effettuate dalla home page del singolo Museo che indirizza gli interessati al portale Midaticket; all'indirizzo di posta elettronica del singolo Museo; telefonando in orario di apertura direttamente al Museo.
LE PRENOTAZIONI ON LINE SONO ATTIVATE PER I SEGUENTI MUSEI
Civico Museo Revoltella - www.museorevoltella.it

Civico Museo Teatrale "Carlo Schmidl" - www.museoschmidl.it

Civico Museo del Castello di San Giusto - www.castellosangiusto.it

Civico Museo di Guerra per la Pace "Diego de Henriquez" - www.museodehenriquez.it

Civico Museo della Risiera di San Sabba - www.risierasansabba.it

Civico Museo di Storia Naturale - www.museostorianaturaletrieste.it
Gratis tutti i musei civici fino al 31 dicembre 2020
Si è partiti l'8 giugno con la riapertura del Museo Revoltella e dell'Orto Botanico per poi pian piano riaprire tutti i musei del comune di Trieste che saranno visitabili gratis fino al 31 dicembre 2020!

Tutte le info e gli orari di apertura


Da venerdì 6 novembre a giovedì 3 dicembre
museimostrechiuse
Le mostre e i servizi di apertura al pubblico di musei e altre istituzioni e luoghi culturali sono sospesi.


Il Comune di Trieste informa che, in attuazione del DPCM dd. 03.11.2020, da venerdì 6 novembre a giovedì 3 dicembre «sono sospesi le mostre e i servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura di cui all'articolo 101 del codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42».

DPCM 3/11/2020
Museo della Risiera di San Sabba
via Giovanni Palatucci, 5
tel. +39 040 826 202
risierasansabba@comune.trieste.it

ingresso gratuito
orari di apertura sul sito del museo


seguici anche su
info accessibilità