Eventi, esperienze e visite guidate

Escher

18 dicembre 2019 - 7 giugno 2020

La mostra del grande incisore e grafico olandese al Salone degli Incanti 
Escher
La grande mostra dedicata al geniale artista olandese Maurits Cornelis Escher arriva al Salone degli Incanti di Trieste dal 18 dicembre 2019 al 7 giugno 2020.

A Escher, artista sui generis che amava dire "lo stupore è il sale della terra", si deve il merito di aver amplificato le possibilità immaginative della grafica e aver donato lo stupore, appunto, a tutti coloro che hanno osservato e osservano la sua opera dove tutto è connesso: scienza, natura, rigore analitico e capacità contemplativa. Partendo dalle opere di impronta art-noveau risalenti al periodo della formazione presso la scuola di Jessurun de Mesquita, la mostra pone l'accento sul periodo del viaggio italiano di Escher.

Ispirato e influenzato dall'arte a lui contemporanea e del passato, Escher declina costruzione geometrica e rigore nel segno visionario della ricerca estetica più pura. Artista poliedrico e contemporaneo al suo tempo, fu però capace di anticipare intere correnti artistiche come quelle del Surrealismo e dell'Optical Art di cui può essere considerato un esponente ante litteram. Infatti, egli non trova solo nel mondo dei numeri, della geometria e della matematica l'unica chiave dar forma al suo universo creativo. Genio complesso che attinge a piene mani ai vari linguaggi fondendoli in un nuovo intrigante percorso, può, in questo senso, considerarsi un unicum nel panorama della storia dell'arte di tutti i tempi che emoziona sempre il grande pubblico.

L'arte di Escher, che le nuove tecnologie digitali sembrano rincorrere facendone propri i risultati, infatti, non accusa i segni del tempo, sebbene siano trascorsi quarantasette anni dalla scomparsa del suo ideatore.

#GiftForGuests > Soggiorna a Trieste e ricevi il tuo ingresso omaggio
strutture #GiftForGuests
Pernotta a Trieste almeno una notte e ricevi un coupon per accedere gratuitamente alla mostra!* 

*previa disponibilità da verificare con la singola struttura ricettiva all'atto della prenotazione

Dove dormire a Trieste
190 opere complessive in una mostra divisa in 8 sezioni:
1 Opera giovanile
2 Paesaggi Italiani
3 Tassellazione
4 Metamorfosi
5 Struttura dello spazio
6 Paradossi geometrici
7 Lavori su commissione
8 Eschermania

Particolarità del percorso di mostra è la presenza, all'interno delle sezioni, di giochi ed esperienze che permettono di entrare nel meraviglioso mondo di Escher da protagonisti, ossia misurandosi attivamente con i paradossi prospettici, geometrici e compositivi che il grande artista pone in essere nelle sue opere.

Nella mostra triestina, allestita al salone degli Incanti dal 18 dicembre al 7 giugno, sono presentate per la prima volta accanto alle opere più conosciute dell'artista, la serie I giorni della Creazione, sei xilografie che raccontano la Creazione del Mondo.


Escher nasce nel 1898 in Olanda e vi muore nel 1972. Nel 1922 visita per la prima volta l'Italia, dove poi visse per molti anni, visitandola da nord a sud e rappresentandola in molte sue opere. Inquieto, riservato e indubbiamente geniale, Escher nelle sue celebri incisioni e litografie crea un mondo unico, immaginifico, impossibile, dove confluiscono arte, matematica, scienza, fisica, design. Scoperto dal grande pubblico negli ultimi anni, è diventato uno degli artisti più amati in tutto il mondo, tanto che le mostre a lui dedicate hanno battuto ogni record di visitatori.