Pianifica il tuo viaggio

Itinerario nella Trieste multiculturale

ts_multiculturale_intro
Succede solo a Trieste. Dove si incontrano mondo latino, slavo e tedesco. Dove nei secoli il Mediterraneo ha avvicinato civiltà lontane che qui si sono sentite a casa.

Trieste, città simbolo dell'unione cosmopolita, storicamente a cavallo tra mondo latino, slavo e tedesco, ha saputo sfruttare la ricchezza dell'incontro dei popoli distinguendosi come la più diversa delle città italiane.

A unire mercanti serbi ed ebrei, amburghesi, turchi, dalmati e greci sono sempre state le banchine del porto, le contrattazioni di borsa, l'attività febbrile di questa piccola metropoli che all'apice del suo sviluppo fu il principale sbocco sul mare di un impero che si stendeva dal Tirolo all'Ucraina, dai boulevard di Vienna alle strade sterrate della Galizia polacca.

È storia, certo. Che si è chiusa ormai cent'anni fa con lo scoppio della Prima guerra mondiale e il tramonto dell'ecumene asburgica. Ma ancora oggi le vie di Trieste sono un libro aperto che sorprende a ogni pagina. Succede solo a Trieste. Che basti farsi un giro in centro per passare dallo splendore di un'iconostasi ortodossa alla solennità di un colonnato neoclassico, dalle forme neogotiche della chiesa luterana alla monumentalità orientaleggiante della sinagoga ebraica.

L'itinerario che proponiamo vi porterà alla scoperta dell'anima multiculturale e multireligiosa della città. In una "tre giorni" a ridosso del mare, per immergersi in un'avventura umana che continua ogni giorno.
1° giorno
programma_primo_giorno
Non c'è modo migliore di arrivare a Trieste che trovare accoglienza in pieno centro, nella Residenza le 6A, a due passi dal Canal Grande. Dopo una sosta di meritato relax suggeriamo una prima passeggiata nell'ampia zona pedonale che caratterizza il centro cittadino: il flusso dei passanti, delle vetrine e dei caffè vi condurrà naturalmente verso la straordinaria Piazza Unità d'Italia, la più grande piazza d'Europa affacciata direttamente sul mare.

Una volta ritemprato lo sguardo con l'ampia vista del golfo, vi suggeriamo di inoltrarvi nella città vecchia tanto amata da James Joyce, ovvero nella zona di Cavana con i suoi molti locali sempre piacevolmente animati. Basterà seguire ulteriormente il percorso pedonale per ritrovarsi in piazza Hortis, dare un buffetto alla statua del grande Italo Svevo, e proseguire poi fino all'imperdibile Museo Revoltella che abbina l'interesse della galleria d'arte al fascino della dimora storica. Quest'autentica istituzione cittadina fu fondata nel 1872 grazie alla generosità del barone Pasquale Revoltella il quale, dopo una vita di imprese commerciali tra cui spicca il lungimirante finanziamento del Canale di Suez, lasciò alla città gran parte dei suoi beni, tra cui appunto la residenza oggi sede del Museo.

Nelle sale ristrutturate dal genio progettuale di Carlo Scarpa si può ammirare una prestigiosa selezione di quadri del Novecento italiano e mitteleuropeo. La vostra prima giornata a Trieste si chiuderà poi in uno dei migliori caffè storici della città con una cena doppiamente tipica, per i sapori e l'ambientazione esclusiva.
2° giorno
programma_secondo_giorno
È il momento di incontrare l'anima multiculturale di Trieste. Dopo un'abbondante prima colazione, farete conoscenza con la guida incaricata di farvi rivivere l'epoca più fortunata e vivace della storia cittadina.

Si parte dalle origini, ovvero dal colle di San Giusto e da quell'autentico scrigno di storia, arte e archeologia che è l'omonima Cattedrale. L'ascesa al campanile vi permetterà di dominare il colle, di osservare gli ampi torrioni del castello, le rovine del foro romano e l'intera città che da qui appare pienamente proiettata verso il porto, il golfo e il mare aperto.

Allo sguardo seguirà quindi il cammino, con la passeggiata che scendendo verso il mare fiancheggia il Teatro Romano e conduce fino al caratteristico Borgo Teresiano, ovvero il quartiere mercantile che si formò tra Settecento e Ottocento per impulso diretto degli imperatori d'Asburgo.

Ma è il momento di una gradita sosta in un locale tipico per assaggiare il tradizionale prosciutto cotto caldo "in crosta de pan" accompagnato da un buon calice di vino. Dopo il dovuto omaggio alla gastronomia locale, potrete quindi riprendere il viaggio alla scoperta dei tanti volti di Trieste varcando la soglia di San Nicolò, chiesa neoclassica di culto greco-ortodosso, e di San Spiridione, splendido tempio della comunità serbo-ortodossa che si affaccia sul Canal Grande. Dopo un proficuo incontro con un rappresentante della comunità serba, la passeggiata vi porterà a sfiorare il celebre Caffè San Marco per per concludersi nella monumentale Sinagoga, la cui rilevanza storica e architettonica vi verrà illustrata dalla guida e con la testimonianza diretta di un membro della locale comunità ebraica.

Il resto della giornata sarà a vostra disposizione, mentre la cena in un ristorante greco vi offrirà un'ulteriore occasione per apprezzare la dimensione multiculturale di Trieste.
3° giorno
paragrafo_terzo_giorno
Una serena colazione precede il momento della partenza. Ma non è ancora finita, perché Trieste sa stupire anche chi se l'è ormai lasciata alle spalle. Prima di imboccare la magnifica Strada Costiera in direzione di Venezia vi consigliamo quindi di non mancare la visita al Castello di Miramare, che con le sue candide torri, il suo parco all'inglese e il suo elegante giardino all'italiana fu l'amatissima residenza dell'arciduca Massimiliano d'Asburgo e di sua moglie Carlotta del Belgio.

NB: La Sinagoga è visitabile dal lunedì al giovedì e la domenica mattina, salvo festività ebraiche durante le quali è sempre chiusa al pubblico. Il programma delle visite quindi potrebbe essere invertito in base al giorno di arrivo in città.
Condizioni
Quota di partecipazione per persona:
- minimo 2 partecipanti € 155,00

La quota comprende:
- 2 notti presso la Residenza le 6 A con trattamento di pernottamento e prima colazione
- 1 cena in ristorante con menù greco (bevande escluse)
- 1 degustazione di prosciutto cotto
- guida turistica per il tour di mezza giornata a disposizione (max 3 ore)
- incontro con il referente della comunità ebraica

La quota non comprende:
- mezzo di trasporto
- extra di carattere personale
- tutto quanto non espressamente indicato in "la quota comprende"
Richiedi informazioni

Richiedi informazioni

INVIA