Cose da fare

Zero Ponte Rosso

Le misure mareografiche a Trieste

Sulla banchina destra sotto il Ponterosso è ancora visibile un idrometro scolpito nella pietra graduato in piedi e pollici parigini che risale probabilmente al 1785.
Zero Ponte Rosso
Lo Zero di questo igrometro noto come "Zero Ponte Rosso" dava il livello delle basse maree per tutto il territorio dell'ex Impero Austro-Ungarico.

Dal 1875 invece venne usato come riferimento per tutto l'Impero compresa Serbia e Montenegro la stazione idronometrica voluta dall' I.R. Governo Marittimo ed affidata in gestione all'Accademia di Commercio e Nautica, situata nella Casa dei Piloti posta in cima al molo prima della costruzione della sede attuale del YCA all'estremità del Molo Sartorio.
zero - 2 pt
L'idrometro per le misure di controllo era costituito da un tubo verticale in ghisa interrato nel molo; l'orlo superiore di questo tubo, posto al livello del suolo, definisce lo "Zero del Molo Sartorio".
Dati mareografici di Trieste vennero pubblicati a partire dal 1869 dalla Commissione per l'Adriatico.
Nel 1925, demolita la Casa dei Piloti, la stazione del Molo Sartorio venne spostata nella posizione attuale (45° 38' 50.5" N, 13° 45' 30.5" E), passando in gestione prima all'Istituto Geofisico e quindi all'Istituto Sperimentale Talassografico di Trieste (IST).

Lo "Zero del Molo Sartorio" oggi si trova all'interno della cabina mareografica anche se non è più in uso, rappresenta comunque una quota di riferimento storicamente importante.

Zero Ponte Rosso


piazza Ponterosso