Cose da fare

Museo del Risorgimento e Sacrario Oberdan

La Casa del Combattente (di Umberto Nordio) che ospita Museo del Risorgimento è sorta sull'area che aveva accolto la caserma austriaca, dove il 20 dicembre 1882 venne giustiziato Guglielmo Oberdan.
Museo del Risorgimento e Sacrario Oberdan
Annesso all'edificio troviamo infatti anche il Sacrario ad esso dedicato con la cella originale dove Oberdan fu tenuto prigioniero in attesa dell'esecuzione e il complesso statuario eseguito dallo scultore Attilio Selva.

Il Museo del Risorgimento conserva documenti, fotografie, divise, cimeli, dipinti relativi a fatti e a personaggi delle vicende risorgimentali non solo locali, a partire dai moti del 1848 fino alla conclusione della Prima guerra mondiale.
Museo del Risorgimento e Sacrario Oberdan
Il primo nucleo del museo si sviluppò intorno al lascito del letterato e patriota Filippo Zamboni, frutto di donazioni dei privati sono la maggior parte dei materiali esposti e di quelli conservati nei depositi come i documenti, le divise egli effetti personali di Scipio Slataper (Trieste 1888-Monte Podgora 1915), dei fratelli Giani e Carlo Stuparich (Trieste 1891-Roma 1961; Trieste 1894-Monte Cengio 1916) e di Nazario Sauro (Capodistria 1880-Pola 1916).

Di grande interesse nel grande salone centrale, dedicato ai volontari giuliani e dalmati, gli affreschi di Carlo Sbisà (Trieste 1899-1964 e nella sala, riservata alla redenzione di Trieste il grandioso quadro di Carlo Wostry (Trieste 1865-1943) "Trieste XXX ottobre 1918".
Museo del Risorgimento e Sacrario Oberdan
piazza Oberdan - via XXIV Maggio, 4
tel. +39 040 675 40 68 - +39 040 361 675
museorisorgimento@comune. trieste.it


seguici anche su
info accessibilità