Cose da fare

Museo della Fondazione Giuseppe Scaramangà di Altomonte

Nato per volontà testamentaria di Giovanni Scaramangà, un commerciante di origine greca e grande raccoglitore di memorie su Trieste, il museo ha esposto per la prima volta le sue raccolte nel 1962.
museo-scaramangà
Allora come oggi, siete invitati a percorrere le stanze di quella che è stata l'abitazione del Fondatore situata in un edificio costruito nella seconda metà del XVII secolo e affacciato sulla piazza Sant'Antonio in fondo al Canal Grande.

Nell'appartamento sono stati conservati inalterati alcuni ambienti approvando l'idea del museo d'ambiente, mentre altri sono stati adattati alle esposizioni.

Giovanni Scaramangà discende da una antica e nobile famiglia originaria dell'isola di Chios nell'Egeo, trasferitosi a Trieste per sfuggire alle stragi dei Turchi durante l'insurrezione greca. La famiglia ebbe quattro vittime, fra cui il bisnonno del nostro, giustiziate dei Turchi.

scaramangà
Giovanni Scaramangà fu consigliere della camera di Commercio ed Industria e poi Presidente nella stessa, carica che mantenne per tutto il periodo della prima guerra; al termine venne nominato dal Governo Italiano Commissario Regio della Camera di Commercio.

Dalla fine della guerra Giovanni Scaramangà è presente in tutte le più serie e prestigiose attività della città e il suo nome compariva nei più svariati consigli di amministrazione: banche, compagnie di assicurazioni, società di navigazione, imprese commerciali, società sportive, industrie, ecc. Alla fine della seconda guerra mondiale si trova a presiedere il Lloyd Triestino e deve affrontare tutti i problemi conseguenti alle distruzioni patite dalla società durante il conflitto.

Dal 1947, ritirandosi dalle attività imprenditoriali, si dedicò con passione alle attività culturali ricoprendo incarichi di prestigio, tanto come presidente del Curatorio del Civico Museo Revoltella quanto come componente della Commissione Consultiva della Biblioteca civica.
Green Pass dal 6 agosto 2021
avvisots-greenpass
In ottemperanza a quanto previsto dal Decreto legge 22 luglio 2021, pubblicato sulla GU Serie Generale n.175 del 23-07-2021, dal 6 agosto 2021 sarà possibile accedere a musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre, spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportive, cinema e teatri, solo se si è in possesso di una Certificazione verde Covid-19 (green pass) che attesti di aver fatto almeno una dose di vaccino oppure essere risultati negativi a un tampone molecolare o rapido nelle ultime 48 ore oppure di essere guariti da COVID-19 nei sei mesi precedenti; anche in zona bianca.


Sono esclusi dall'obbligo del Green Pass i minori di 12 anni, i soggetti esenti sulla base di esibizione di idonea certificazione medica.

Il controllo viene effettuato da personale addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi iscritto nell'elenco di cui all'articolo 3, comma 8, della legge 15 luglio 2009, n. 94., attraverso smartphone predisposto con l'app "VerificaC19" per la lettura del QR code. È facoltà dell'operatore chiedere anche un documento di identità.
Museo della Fondazione Giuseppe Scaramangà di Altomonte
via Filzi, 1
34100 Trieste
tel. e fax: +39 040 631585
fondazione.scaramanga@gmail.com

Per visite guidate, gruppi o visite fuori orario, si prega di telefonare durante gli orari di apertura del museo o inviare un'e-mail.

ingresso libero

Martedì e venerdì: 10:00 – 12:00 o su prenotazione
seguici anche su